Innanzitutto ricordiamo lo stretto rapporto simbolico esistente tra l’acqua come elemento di vita, e la campana che vibrando, produce il suono OM.

« Allora il Signore Dio plasmò l’uomo con polvere del suoloe soffiò nelle sue narici un alito di vita e l’uomo divenne un essere vivente. » (Genesi 2,7)
Dall’unione delle due tramite la vibrazione della campana, abbiamo un elemento nuovo. L’acqua viene rettificata e prende vita.Per i tibetani infatti, la campana rappresenta il simbolo di contenimento dell’energia femminile yin sostenuta dalle cinque “buddhità”, poiché ogni dito rappresenta una forma di manifestazione del Buddha.Come procedere:
– prendiamo una campana e riempiamola per tre quarti di acqua.
– iniziamo a farla suonare facendo ruotare il batacchio sul bordo in senso orario.
– l’acqua inizierà a bollire. Questo è l’effetto della vibrazione sull’acqua.
– facciamo suonare la campana tramite sfregamento e dattitura per almeno tre minuti ricordandoci l’intenzione.A questo punto la nostra acqua è pronta, purificata ed energizzata. Ora possiamo tranquillamente berla, usarla per le piante o per i nostri amici animali. Curiosità: i tibetani la utilizzano per gli ammalati come ciotola da cui farli mangiare e bere dopo aver fatto vibrare la campana con gli alimenti.Possiamo anche accompagnare la campana con dei mantra che andranno a potenziare sinergicamente l’effetto della campana stessa. A me piace usare questo prima di lavorare con le campane: “Corpo, parola e mente in perfetta unità accompagnano il suono di questa campana col battito del mio cuore. Possa chi l’ascolta svegliarsi dall’oblio e trascendere l’ansia ed il dolore” di Thich Nath Hanh.Buone Scampanate!!!!!!!!!

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla pagina facebook “Parlando naturAle.

Segui anche il nostro blog www.agostinialessandra.it tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Se vuoi ricevere un consulto naturopatico personalizzato contattami su info@agostinialessandra.it  o al 347 3681240.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli:

Come pulire il tuo tappetino yoga

In questi giorni molti mi chie

15 Settembre 2020 read more

Salamba Sirsasana

Sirsasana o Shirshasana è un’a

18 Marzo 2020 read more
Facebook LinkedIn Instagram Youtube

Contatti:

Telefono / SMS:
347 3681240 anche WhatsApp

Email: info@agostinialessandra.it

Dove?
Presso Ayama, in via caduti di Marzabotto 18, a Rimini.