Coronavirus! Da oltre un mese l’Italia si sveglia attanagliata da un senso di impotenza, angoscia… Sembra di vivere in un quadro surreale di Dalì, tutto grazie ad un piccolissimo virus, Covid-19. Il Coronavirus, è diventato più famoso del Grande Fratello, e le “precauzioni” prese dalle istituzioni hanno stravolto nel giro di 24 ore le abitubini di tutti.
Sembra quasi un sollecito, per chi ha gli strumenti per leggerlo, di azione. Ovvio, devo avere i codici per decifrare correttamente il messaggio, ma in tutto questo marasma generale, c’è uno stimolo a svegliarsi uscendo dalla zona di confort.
In questo momento storico, dove tutto sembra collassare, dove anomalie e paradossi convivono perfettamente insieme, dove il disastro ecologico causato dall’uomo è ormai arrivato al punto di non ritorno, così come la nostra società suddita del consumismo, del denaro, della produttività, dove si corre per almeno 16 ore al giorno, ecco che… STOP! tutto si ferma!

E’ il momento di mettere in pratica ciò che lo yoga, la meditazione, e la vita insegnano…
Cerchiamo di rimanere lucidi, senza sminuire il problema ma senza drammatizzare o pre-occuparci inutilmente e per cominciare facciamo appello al senso critico e civico, senza alimentare il panico.

Manas Shaktimat Prâna

La mente guida e conduce il prâna

Ci siamo svegliati una mattina, tutti fermi, bloccati… Nel giro di pochissimo giorni però la situazione climatica è migliorata, l’aria è diventata più respirabile. E noi? eccoci costretti a guardarci allo specchio, porci domande… o semplicemente chiederci: “Cosa faccio oggi?” Ed eccoci a fare i conti con “un Tempo” che ormai ha perso valore. Sappiamo ancora cosa fare del prezioso tempo, se non è quantificabile in denaro?
Ora abbiamo tempo, uno dei doni più preziosi! e “Stare nel qui ed ora”, “Hinc et Nunc”, con ciò che abbiamo dovrebbe essere un divertimento, una gioia.. un amore 🙂
Pensate… In una società dove molte azioni vengono delegate, immaginate l’educazione e l’attenzione e la cura dei figli o degli anziani, ecco che arriva un virus che ci obbliga a rimettere assieme la famiglia e viverla. In una realtà dove l’illusione delle relazioni ha preso il sopravvento, dove la vita viene vissuta più nel virtuale che ne reale, un piccolissimo virus ci ridimensiona, facendoci (speriamo) porre delle domande. Grazie a Covid-19 ora possiamo vivere nell’illusione del network, perché allora preoccuparci se non possiamo toccarci, salutarci o incortrarci al parco? Ci siamo dimenticati di un mese fa, quando passeggiando per le strade si incontravano gruppi di ragazzi, ma altrettanto gli adulti o gli anziani, seduti assieme attorno ad un tavolo e tutti con il cellulare in mano? E ora siamo arrabbiati perché un piccolo virus ci obbliga a casa..
Prendete questo momento come un momento di meditazione.
Abbiamo perso il valore del tempo, dei rapporti… Abbiamo perso la magia e il raro, inestimabile valore di un abbraccio, di un bacio.. Abbiamo perso il senso di comunità, isolandoci sempre di più. Ma da soli non si costruisce nulla!
Come dice la pubblicità della Coop, non siamo un’isola. Siamo tutti legati, imbrigliati nella rete di Indra anche se non tutti riusciamo ne a vederla ne a percepirla, ma non per questo non esiste. Vedete l’aria o la corrente elettrica? E se fossimo tutti ciechi, i colori sparirebbero? Siamo tutti legati, in relazione simbiotica l’uno con l’altro.. Ma dobbiamo nuovamente imparare a condividere, a sentire che facciamo parte di qualcosa, di un tutto. Finché penseremo solo al nostro orto, finché uccideremo il vicino, finché continueremo con la caccia alle streghe e non smetteremmo di darci la colpa l’uno con l’altro, nulla cambierà. Dobbiamo reimparare a prenderci per mano, a condividere non solo questa casa che chiamiamo mondo, ma a condividere anche responsabilità, gioie e dolori, ed assieme trovare una soluzione, non continuare a trovare problemi a soluzioni.
Tutti dobbiamo riflettere, meditare, guardarci allo specchio…. Tutti abbiamo avuto parte di responsabilità.. Ora è il momento di riflettere, imparare e crescere…

Potrebbe interessarti  Salamba Sirsasana

Dieci semplici regole per evitare la paura da coronavirus: (decalogo preso on-line e modificato 🙂 )

1. Le passioni, tutte,la la gioia, la ferità, il riso ed il sole aumentano le difese immunitarie. Essere entusiasti per qualcuno o per qualcosa ci difende dalle malattie.
2. Leggete un libro piuttosto che andare al centro commerciale.
3. Dedicate tempo a chi amate, è il dono più prezioso ed il regalo più bello
4. Fate l’amore piuttosto che andare in pizzeria e poi fate la puzza assieme a casa 🙂
4. Camminate in campagna, fate passeggiate immersi nella natura. Capire che noi siamo immersi nell’universo e che non potremmo vivere senza le piante mentre le piante resterebbero al mondo anche senza di noi. Stare un poco di tempo lontani dai luoghi affollati può essere un’occasione per ritrovare un rapporto con la natura, a partire da quella che è in noi. E non scordiamoci del sole! Attivatore di vitamina D, uccide microbi, virus e batteri, attiva la produzione di ormoni che aiutano il buon umore facendoci uscire da tristezza e depressione…
5. Viaggiate nei dintorni. Il turismo è una peste molto più grande del coronavirus. È assurdo inquinare il pianeta coi voli aerei solo per il fatto che non sappiamo più stare fermi, ne stiamo bene dove siamo.
7. La vita è pericolosa, sarà sempre pericolosa, ognuno di noi può morire per un motivo qualsiasi nei prossimi dieci minuti, non esiste nessuna possibilità di non morire.
Quanta fiducia mettete tutte le volte che la sera chiudete gli occhi? Non è mica così scontato svegliarsi il giorno dopo…..Considerate che nel momento in cui nascete, giorno dopo giorno vi avvicinate sempre di più alla morte 🙂
8. Lavarsi le mani molto spesso, le nonne lo sapevano bene :), informarsi ma senza esagerare. Sapere che abbiamo brama di paura e subito si trova qualcuno che ce la vende. La nostra società consumistica, società usa e getta, con questa spregiudicata vocazione al consumismo ora ci rende consumatori di paura. C’è il rischio che il panico diventi una forma di intrattenimento.
9. Fate yoga e meditate!!! Lo yoga e la meditazione attivano e rendono vigile il sistema nervoso e stimolano il sistema immunitario 🙂
10. State zitti ogni tanto, guardate più che parlate, avete due occhi, due orecchie ed una bocca… questo dovrebbe farci riflettere…. Le parole disperdono forza vitale, prâna… oltre a virus e batteri.. Approfittatene per fare meditazione Vippasana 🙂
Sapere che la cura prima che dalla medicina viene dalla forma che diamo alla nostra vita. Per sfuggire alla dittatura dell’epoca e ai suoi mali bisogna essere attenti, rapidi e leggeri, malleabili, esatti e plurali.. ed aggiungerei flessibili e forti come il bambù.

Potrebbe interessarti  Yoga time: prenditi almeno 10 minuti al giorno per fare bene a te stesso

Vivi il momento presente senza rimuginare, senza farti affollare da pensieri, timori, pre-occupazioni o addirittura post-occupazioni.
In un momento come questo emerge il vero insegnamento dello yoga, quello da mettere in pratica tutti i giorni nella vita, fuori dal tappetino: riuscire ad affrontare le situazioni man mano che si presentano (come le asana) un passo alla volta, in ascolto di ciò che ci suggerisce il nostro corpo e la nostra mente. Provare a essere oggettivi nel rispetto di sé e degli altri, in tal caso, appunto, senza fomentare allarmismi, ma accogliendo la situazione così come è. Il che non vuol dire non agire, tutt’altro: significa fare ma non strafare, fare ciò che è necessario, né di meno, né di più.
E se si riesce a rimanere oggettivi in momenti che profumano di surrealismo come questo lunedì di marzo, significa che le fatiche fatte sul tappetino stanno servendo, eccome! Per riprendere le parole sopracitate, siate attenti, rapidi e leggeri, esatti e plurali.
Inoltre ricordo che non solo le passioni, il sole, essere felici e ridere, aumentano le difere immunitarie, anche lo yoga!

Inoltre potete stimolare maggiormente le vostre difese immunitarie utilizzando l’Echinacea e ABM (Agaricus Ablazei Murill) magari associato al Coriolus. L’ Agaricus aumenta infatti le nostre difese antibatteriche e antivirali, fino a renderle pressoché invalicabili.
Agaricus e Coriolus evitano, a chi li assume, di contrarre un’influenza! Questi funghi sono potentissimi germicidi, e “personal trainer” formidabili perché “allenano” le difese immunitarie a essere al massimo dell’efficienza, contro qualunque attacco (virus, batteri o antigene allergico). Da un lato rafforzano il sistema immunitario, dall’altro garantiscono un’efficace azione anti-infiammatoria e germicida su batteri e virus, priva di effetti collaterali.
Il rinforzo delle difese è lo scopo principale per contrastare raffreddori e infiammazioni delle vie respiratorie.
Coriolus è più indicato nel caso d’infezioni virali, dunque nelle influenze causate da virus.
Agaricus (ABM) rinforza le vie respiratorie, combatte sia virus sia batteri ed è un ottimo immunostimolante.

Potrebbe interessarti  Yoga time: SARVANGASANA

 

Se ti fa piacere, contattami ?

Sono sempre molto lieta di rispondere alle domande o dubbi, che desideri rivolgermi. Ah, dimenticavo… I funghi medicinali sono fotonici anche sui nostri amici pelosi!

Mi trovi al numero 347 3681240
e all’indirizzo email: info@agostinialessandra.it

Ti potrebbero interessare anche:

 

EchinaceaEchinacea portiera echinacea angustifoglia
 
 
 

Micoterapia e funghi medicilalifunghi medicinali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli:

Salamba Sirsasana

Sirsasana o Shirshasana è un’a

18 Marzo 2020 read more

Aumentare le difese del sistema Immunitario con l’ Ayurveda

La teoria ayurvedica dell'immu

16 Marzo 2020 read more
Facebook LinkedIn Instagram Youtube

Contatti:

Telefono / SMS:
347 3681240 anche WhatsApp

Email: info@agostinialessandra.it

Dove?
Presso Ayama, in via caduti di Marzabotto 18, a Rimini.